Domenica 09 settembre 2018 – SENTIERO BONACOSSA (Cadini di Misurina)

C.A.I. San Daniele del Friuli

Domenica 09 settembre 2018 – SENTIERO BONACOSSA (Cadini di Misurina)

Partenza: ore 6:00 piazzale Eurospar San Daniele; ore 6:20 Bar da Rico Gemona
Mezzo di trasporto: mezzi propri
Contributo carburante: € 18
Cartografia: Tabacco n° 17
Grado di difficoltà: EEA
Attrezzatura: imbrago, casco e set da ferrata OMOLOGATI
Dislivelli e tempi: salita 1100 m ore 4,30; discesa 1100 m ore 3,00 totale ore 7,30
Coordinatori: Masotti Manuel cell. 3402874727; Del Pino Gianni cell. 3492533821

Avvicinamento: Da San Daniele, transitando per Sappada – Santo Stefano (pausa caffè) – Auronzo, raggiungiamo Misurina. Oltrepassato il lago prendiamo sulla destra la strada che sale al Rifugio Auronzo; superati i primi due tornanti troviamo sulla nostra destra uno spiazzo dove parcheggiamo (indicazioni per Rifugio Savio).

Descrizione sommaria del percorso:

Dal parcheggio (1810 m.) imbocchiamo la strada sterrata con segnavia CAI 115 che sale verso il Rifugio Savio; arrivati al primo crocevia (1896 m.) prendiamo la forestale sulla nostra destra che percorre in falsopiano il Pian dei Spiriti. La seguiamo fino al prossimo bivio, per poi prendere a sinistra il sentiero CAI 118 che sale all’interno del bosco e sbuca sulle ghiaie del Ciadin de la Neve. Una volta addentrati nel catino imbocchiamo a sinistra il Sentiero Bonacossa (segnavia CAI 117, nonché parte dell’Altavia n°4); si tratta di un sentiero attrezzato che, pur non presentando particolari difficoltà, va percorso prestando attenzione. Risaliamo faticosamente le ghiaie in direzione della Forcella del Diavolo (2598 m.), al di sotto della quale incontriamo le prime attrezzature; dalla forcella si apre uno splendido panorama verso le Tre Cime di Lavaredo e la Torre Wundt che si staglia vicino al Rifugio Fonda Savio. Superata la forcella incastonata tra la Torre del Diavolo ed il Cadin di Nord Ovest, scendiamo in direzione del Rifugio (2367 m.), raggiungiamo il vicinissimo Passo dei Toci (2436 m.) e scendiamo in direzione nord. Raggiunta la Forcella de Rinbianco (2176 m.) tralasciamo il sentiero che scende a valle e continuiamo lungo il Sentiero Bonacossa che continua lungo cenge e roccette sotto le pareti del Ciadin de Rinbianco e del Ciadin de le Bisse; con un lungo percorso con qualche leggero saliscendi arriviamo a Forcella Longeres (2235 m.) al cospetto del Rifugio Auronzo e delle Tre Cime di Lavaredo. Qui termina il sentiero attrezzato ed ora non ci rimane che scendere alle auto: scendiamo alla sottostante strada asfaltata senza percorso obbligato lungo i prati, ci abbassiamo di due tornanti e andiamo a imboccare il sentiero CAI 101 che senza alcuna difficoltà ci porta nei pressi del Lago de Antorno (1866 m.) e dell’omonimo Rifugio, quindi da qui in breve al parcheggio.

I Referenti dell’escursione possono, in ogni momento, a loro insindacabile giudizio, in considerazione delle condizioni atmosferiche e/o valutazioni tecniche sulla difficoltà del percorso in rapporto alle capacità dei partecipanti:
a) Modificare, in tutto o in parte, il percorso ed eventualmente disporre la rinuncia ad intraprendere il percorso stesso.
b) Escludere dalla partecipazione all’escursione quanti non ritenuti idonei, per capacità o per carenza di equipaggiamento.

In caso di previsioni meteo avverse controllare il giorno precedente la gita l’eventuale e-mail di disdetta della stessa o telefonare ai coordinatori

SENTIERO BONACOSSA