Domenica 10 settembre 2017 – MONTE SERNIO 2187 m (via normale dell’Anello)

C.A.I. sezione di Ravascleto

Domenica 10 settembre 2017 – MONTE SERNIO 2187 m (via normale dell’Anello)

RITROVO: Lovea di Arta Terme, Piazza
PARTENZA Ore 06.30
MEZZO DI TRASPORTO: Mezzi propri
PRENOTAZIONE: Non obbligatoria (consigliato un preavviso al coordinatore)
DIFFICOLTÀ: EEA
QUOTA PARTENZA: 800 m
QUOTA MASSIMA: 2187 m
DISLIVELLI E TEMPI INDICATIVI CON DISCESA SUL PERCORSO “1”: salita 1390 m / Ore 5.30; discesa 1390 m / Ore 2.30; TOTALE Ore 8.00
CON DISCESA SUL PERCORSO “2”: salita 1680 m / Ore 5.30; discesa 1680 m / Ore 3.00; TOTALE Ore 8.30
ABBIGLIAMENTO: Da media montagna
ATTREZZATURA: Da escursionismo, casco
RIFERIMENTO CARTOGRAFICO: Tabacco – Foglio 09
COORDINATORE: Adriano Sbrizzai (339 2451343)

DESCRIZIONE SOMMARIA DEL PERCORSO: Dalla frazione di Lovea si sale in auto su strada asfaltata agli Stavoli di Cjampées e si prosegue fino al guado del rio Ambruseit
dove si parcheggia. Qui inizia la salita sulla sponda sinistra del rio sul sentiero che conduce nei pressi del ricovero forestale Palasecca di Mezzo. Si incrocia il sentiero CAI
455 che proviene dalla località Pra di Lunze, lo si percorre brevemente e poi a sinistra si sale sull’unico costone attiguo alle pareti della Creta di Palasecca. Si sale il canalone
fino allla cresta, da qui si scende leggermente fino alla sella Pra Danèit, si attraversa tutta la Val Nuvièrnulis per poi salire sul rio Danéit fino ad arrivare a ridosso delle pareti
del Monte Sernio. Si entra in una lunga fenditura che si percorre senza difficoltà; si prosegue su una facile rampa erbosa e al suo termine si affronta e si supera l’elegante
camino. Ora con una breve traversata si raggiunge la cresta che conduce sull’anticima; da qui si entra nell’invaso e si scende sulla comoda cengia che attraversa tutto il
basamento roccioso; oltrepassato il canalone si raggiunge la panoramica vetta del Monte Sernio. Per la discesa sono possibili tre itinerari: 1. Lungo lo spigolo Ovest (alpinistico) e 2. Sulla via normale che scende a est nella Valle del Mestri (1512 m) e risale alla sella della Creta di Mezzodì (1806 m); entrambi passano per il rifugio Palasecca
(1419 m). 3. Sulla stessa via di salita. Tutto il percorso è segnalato con bollini rossi.