Domenica 16 settembre 2018 – RIFUGIO DE GASPERI E SENTIERO CORBELLINI (Dolomiti Pesarine)

C.A.I. Sezione di Tolmezzo – RIFUGIO DE GASPERI E SENTIERO CORBELLINI (Dolomiti Pesarine)

RITROVO 1: Tolmezzo, sede CAI (parcheggio piscina) PARTENZA Ore 07.30
RITROVO 2: Località Pian di Casa (parcheggio) PARTENZA Ore 08.30
MEZZO DI TRASPORTO: Mezzi propri
PERCORSO A
DIFFICOLTÀ: E
QUOTA PARTENZA: 1236 m
QUOTA MASSIMA: 1960 m
DISLIVELLI E TEMPI INDICATIVI: salita 724 m / Ore 3.30; discesa 530 m / Ore 1.15; TOTALE Ore 4.45
PERCORSO B
DIFFICOLTÀ: EEA
QUOTA PARTENZA: 970 m
QUOTA MASSIMA: 1767 m
DISLIVELLI E TEMPI INDICATIVI: salita 900 m / Ore 4.30; discesa 530 m / Ore 1.15; TOTALE Ore 5.45
Dal rifugio De Gasperi a Pian di Casa il percorso sarà lo stesso per entrambi
i gruppi
ABBIGLIAMENTO: Da media montagna
ATTREZZATURA: Da escursionismo; per il percorso B: casco, imbrago e kit da ferrata
RIFERIMENTO CARTOGRAFICO: Tabacco – Foglio 01
COORDINATORI: Alessandro Benzoni e Federico Addari (telefono sede CAI
Tolmezzo 0433 466446) e-mail: info@caitolmezzo.it

DESCRIZIONE SOMMARIA DEL PERCORSO: 
Escursione sezionale al Rifugio De Gasperi del CAI di Tolmezzo. Due i percorsi per raggiungere la meta in località Clap Grande. 
PERCORSO A (PER CASERA MIMOIAS) Da località Pian di Casa (1380 m) si imbocca il sentiero CAI 201 fino alla località Lavadin (20′) dove inizia a sinistra il sentiero CAI 202. Si sale nel bosco, si attraversa un rio e prosegue sino ad arrivare alla radura che porta alla Casera Mimoias (bivio sentiero CAI 203 – 1623 m). Da qui perdendo quota, lungo una pista forestale, che dopo circa 200 m si lascia per riprendere il sentiero a destra, si attraversa il Rio Mimoias e si sale lungo radure tra i larici fino al bivio sentiero CAI 202a (1713 m). Da qui a destra fino al passo Elbel, per poi prendere il sentiero CAI 315 e scendere a Clap Piccolo, dove si riprende il sentiero principale CAI 201
per proseguire verso il rifugio De Gasperi.
IN ALTERNATIVA PERCORSO B (SENTIERO CORBELLINI) 
Recentemente sistemato dal CAI di Tolmezzo, è da considerarsi una via ferrata. L’escursione richiede quindi l’attrezzatura adatta (imbrago e set ferrata) e viene fatta in collaborazione con la Scuola di alpinismo e scialpinismo “Cirillo Floreanini”, la quale si riserva di fissare un numero
limitato di partecipanti in base al numero degli istruttori disponibili. Partenza da località Culzei, per pista forestale e sentiero CAI 231 fino al Passo Siera. Da qui in direzione Ovest inizia il sentiero Corbellini. Per ponti e tratti attrezzati si giunge prima alle “Gole Nere” per per poi attraversare le aree prative di Culzei e Cuestamus e arrivare nel canalone di Rio Bianco. Sempre per tratti attrezzati si arriva al rifugio De Gasperi. L’escursione sul percorso B verrà effettuata per un numero massimo di partecipanti  stabilito dai coordinatori a loro insindacabile giudizio.

Per partecipare all’escursione è necessario comunicare il proprio nominativo via e-mail alla Sezione CAI organizzatrice oppure ai Coordinatori dell’escursione almeno cinque giorni prima e per i non soci CAI contestualmente al versamento di euro 10,00 per l’attivazione dell’assicurazione.