Domenica 2 Luglio 2017 – Alpi Giulie – Cima di Terrarossa 2.420m per il Sentiero Attrezzato Leva e per la Via Normale

SAF Escursionismo – C.A.I. Sezione di Udine

Domenica 2 Luglio 2017

Alpi Giulie – Cima di Terrarossa 2.420m per il Sentiero Attrezzato Leva e per la Via Normale

ISCRIZIONI: Entro giovedì 29 giugno 2017 presso la Società Alpina Friulana
PRESENTAZIONE ESCURSIONE: Giovedì 29 Giugno 2017 ore 21.00 Richiesta presenza obbligatoria per i “nuovi” iscritti

DIFFICOLTA’: itinerario A: EEA itinerario B: E, un breve tratto EE
DISLIVELLO: Salita: + 918m – Discesa: – 918m
DURATA ESCURSIONE: ore 7.00 circa (più le soste)
TRASPORTO: auto proprie
PARTENZA: ore 06.00 Udine NUONO TERMINAL BUS Via della Faula angolo Via Cadore (di fronte al McDonald’s) ore 7.00 Hotel CarniaStazione Carnia
RIENTRO: Domenica ore 19.00 circa
QUOTA di PARTECIPAZIONE: SOCI: escursione gratuita
I NON SOCI devono attivare l’assicurazione obbligatoria (8 € o 14 € a scelta dei massimali)
EQUIPAGGIAMENTO: per tutti: normale equipaggiamento da montagna: calzature con suola in vibram, bastoncini, abbigliamento da escursionismo con pantaloni lunghi e giacca a vento al seguito, occhiali da sole e crema protezione solare; pranzo al sacco, un ricambio completo da lasciare in auto.
Itinerario A: imbracatura, set da ferrata, casco omologati OLTRE a quanto indicato per tutti NOTE: si richiede a tutti i partecipanti una buona preparazione fisica, di prendere visione e attenersi al programma cartaceo, di dotarsi di carta topografica del luogo, di mantenersi sempre in gruppo seguendo le disposizioni dei Direttori
di escursione, rispettando in particolare i tempi di marcia. I Direttori di escursione, qualora le condizioni del meteo non fossero ottimali ai fini della sicurezza, si riservano la possibilità di modificare il programma previsto.
Se il programma non viene stampato, si consiglia di salvarlo in PDF sul proprio smartphone.

CARTOGRAFIA: Carta topografica TABACCO 1:25.000 n° 019
SOCCORSO: Tel.112 Italia (chiamata di emergenza) – Tel. 140 Austria (soccorso alpino).

DIRETTORI DI ESCURSIONE: Itinerario A: Francesca Marsilio, Maria Luisa Colabove; Itinerario B: Piero Pasquili della Commissione Escursionismo
Tel. +39 366 1858439

L’Altipiano del Montasio, luogo di straordinaria bellezza e noto per le sue celeberrime malghe, è una piacevole meta escursionistica in tutte le stagioni perché permette di apprezzare la grandiosa natura e la perfetta sobrietà delle rocce che emergono come bastioni, apparentemente inaccessibili, dal verde dei pascoli. Il verde Altipiano è situato infatti ai piedi dell’imponente Gruppo del Montasio cui fa parte la Cima di Terrarossa. Quest’ultima è una elevazione situata tra la forca del Palone e la forca di Terrarossa e, come le cime limitrofe, presenta un versante meridionale prevalentemente erboso mentre a Nord precipita verso la Spragna. La vetta è una delle mete più frequentate del gruppo ed è servita da due itinerari di diversa difficoltà che andremo a percorrere, in compagnia degli stambecchi, nelle due escursioni proposte. Le Cime del Gruppo del Montasio sono state teatro della Grande Guerra fino all’ottobre 1917 ovvero alla rotta di Caporetto. Ancora oggi sui ghiaioni è facile imbattersi in reperti bellici quali schegge di granata, bossoli e reticolati. 

ITINERARI:
Dal parcheggio dei Piani del Montasio (m 1.502) si segue il sentiero 622 fino al Rifugio Di Brazzà (m 1.660). Ora gli itinerari si separano.
Itinerario A: Sentiero Attrezzato Augusto ed Elenita Leva Dal Rifugio di Brazzà si segue a sinistra il sentiero che attraversa i pascoli fino a forca Disteis (m 2.201). La traccia continua ora verso destra dapprima su ghiaione e poi su terreno roccioso in direzione dello Jof di Montasio. Si raggiunge dunque la targa segnaletica ”Sentiero Augusto ed Elenita Leva” ove inizia il sentiero attrezzato. Si percorre la prima cengia fino a raggiungere il Modeon del Montasio e quindi, accompagnati
dagli sguardi curiosi degli stambecchi – attenzione alla caduta sassi! – si prosegue in falsopiano fino a un tratto attrezzato in discesa che conduce alla Forca del Palone (m 2.240). Oltrepassata quest’ultima si salgono i prati con tratti attrezzati che conducono alla sommità della Cima di Terrarossa. Discesa lungo l’itinerario B.

Itinerario B: Via Normale Dal Rifugio Di Brazzà si prosegue lungo il sentiero n° 622 in direzione nord-est. L’ottima mulattiera permette di risalire agilmente il ripido versante caratterizzato da prati verdi alternati a bianchi gradoni rocciosi. Con una lunga serie di tornanti si guadagnano man mano le creste sommitali fino alla vetta della Cima di Terrarossa. L’ambiente particolare, caratterizzato da un’inconfondibile sovrapposizione di stratificazioni rocciose e la presenza di una colonia molto numerosa di stambecchi, garantisce una splendida salita. Discesa per la via di salita.

Società Alpina Friulana
Via Brigata Re, 29 – Udine
Segreteria – tel. +39 0432 504290
Orario: mer-giov-ven17.30-19.00,
giovedì anche dalle 21 alle 22.30
posta:escursionismo@alpinafriulana.it
sito internet:www.alpinafriulana.it