Giovedì 1 Giugno 2017 – MONTE TERSADIA q. 1960 – ALPI CARNICHE

SOCIETA’  ALPINA  FRIULANA – Commissione per l’escursionismo

Sezione di Udine del Club Alpino Italiano

Giovedì 1 Giugno 2017 – MONTE TERSADIA q. 1960 ALPI CARNICHE

 
ISCRIZIONI: Entro mercoledì 31/05/2017 in Sede SAF-CAI Udine oppure mediante comunicazione via mail a escursionismo@alpinafriulana.it
DIFFICOLTA’: Escursionistica – Naturalistica
DISLIVELLO: 900 metri
DURATA ESCURSIONE: ore 6.00
TRASPORTO: Mezzi propri
RITROVO: ore 7.30 – Udine – parcheggio scambiatore di via Chiusaforte ore 8.00 Gemona (Bar al Fungo)
RIENTRO: ore 17.00
QUOTA di PARTECIPAZIONE: Costo spese viaggio per auto €.30 da suddividere per il numero degli occupanti. NON SOCI: assicurazione obbligatoria (€ 8 oppure € 14 a scelta dei massimali)
COORDINATORI: A.E.I. Mauro Flora Tel. +39 3315643844, Livio De Marchi Tel: +39 3401418855 Claudio Assolari Stenia Tosolini Commissione Escursionismo
EQUIPAGGIAMENTO: Abbigliamento adeguato di media montagna, scarponcini da trekking, pantaloni lunghi, giacca impermeabile. Un cambio completo da lasciare in auto.
CARTOGRAFIA: ed. Tabacco foglio 09

ITINERARIO: Dopo i punti di ritrovo di Udine- e Gemona con una breve sosta, si continua per Tolmezzo e si prende la strada per Paluzza. Raggiunto il paese di Cedarchis, al ponte si svolta a destra e si prosegue per Rivalpo. Successivamente, raggiunta la Chiesa di S. Martino, si prosegue sulla stretta rotabile asfaltata fino a trovare il divieto di transito a quota 1040; qui un piccolo spiazzo erboso permette di parcheggiare le auto
L’escursione ha inizio su stradina di asfalto che penetra nel bosco e con dolci tornanti prende quota (segnavia CAI 409). Se la giornata è calda, la folta vegetazione ci proteggerà con la sua ombra. Più in alto il bosco si dirada e, superata Malga Valmedon di Sotto a quota 1365 e prima di arrivare a Malga Valmedon Alta a quota 1566, gli spazi all’improvviso si allargano e la maestosa mole del Sernio si manifesta sempre più. La zona con il suo prato di calpestio morbido e la bella visuale ci costringe ad una pausa. Si riprende e dopo alcuni tornanti, intervallati da alcuni tratti dritti, si arriva in cima al Tersadia (quota 1959) ove ci attende la figura di una Madonna scolpita su pietra. L’ampia cima ci consente di spaziare a 360° dal Gruppo del Coglians al Pal Piccolo, al Mangart ma con un primo piano del Monte Sernio. Sosta pranzo.
Il ritorno sarà effettuato per lo stesso percorso fatto all’andata, senza fretta, per far durare le bellissime sensazioni che ognuno di noi ha carpito con lo sguardo.