Sabato e Domenica 1/2 Luglio 2017 Paganella – sentiero delle Aquile – ferrata delle Aquile

C.A.I Sezione di Tricesimo

Sabato e Domenica 1/2 Luglio 2017
Paganella – sentiero delle Aquile – ferrata delle Aquile

Partenza: ore 7.00 – Piazzale Sede – via S. Pelagio, 17 – Tricesimo (UD)
Grado di difficoltà: E – EEA
Altitudine percorso: 1025 – 2125
Dislivelli e tempi: ↑ dislivello in salita 1100 m ↓ 1100 m
Tempo medio in salita: 3,30h
Attrezzature: da ferrata omologata
Coordinatori: Emi Puschiasis – Francesco Pascoli
Cell. sempre attivo – 3289676082 – emi.puschiasis@gmail.com
342.533.8061 – francesco.pascoli@gmail.com
cai.tricesimo@gmail.com
Costo totale trasportati “viaggio + 1⁄2 pensione”: € 120

Descrizione sommaria del percorso:
Partenza dalla sede del CAI Tricesimo alle ore 7,00 per Santel della Paganella dove posteggeremo le auto.
Su sentiero facile raggiungeremo il rifugio Dosso Larici a1820 m in circa 2,30 ore con panorama stupendo, dove è già prenotata la mezza pensione. Al mattino seguente partiremo per la cima della Paganella 2125 m in circa 1ora dove si trova un altro rifugio “solo degustazione”.
Panorama a 360° su: Dolomiti di Brenta – lago di Garda – val di Non – valle dell’Adige – Pale di San Martino – Latemar – Catinaccio – Sella.
Se ci sono persone inesperte di ferrate o con problemi di vertigini, formeremo due gruppi, uno percorrerà il sentiero delle Aquile e l’altro la ferrata delle Aquile, ci rincontreremo al punto dove la ferrata ridiscende trovando il sentiero botanico proveniente dalla cima della Paganella.
Ricompatteremo i due gruppi per procedere tutti assieme sul sentiero botanico, poi per sentiero 602 fino al raggiungimento delle auto.

Itinerario
SENTIERO DELLE AQUILE e SENTIERO BOTANICO
SENTIERO DELLE AQUILE
Tempo di percorrenza: 1 ora 15 minuti
Difficoltà: percorso piacevole, quasi tutto orizzontale
Dislivello: 155 m uguale in salita e discesa
Il Sentiero delle Aquile inizia proprio dall’arrivo della seggiovia in cima alla Paganella. Si segue la segnaletica e dopo 15 minuti di avvicinamento si è catapultati in un sorprendente mondo vertiginoso.
Il primo tratto richiede attenzione e prudenza, il sentiero si snoda sopra un vuoto emozionante, ma in aiuto troviamo un solido e sicuro cavo d’acciaio. Successivamente si attraversa una grande grotta naturale e si giunge al Canalone Battisti (30 minuti). Da questo punto il sentiero diventa molto più ampio, ma non perde assolutamente in panoramicità!
Altri 30 minuti e si arriva al Trono dell’Aquila: un belvedere mozzafiato!

Nota: I meno esperti possono evitare il primo tratto di sentiero attrezzato e raggiungere il Canalone Battisti comodamente per il sentiero 602 e quindi proseguire in tutta sicurezza per il secondo magnifico tratto del Sentiero delle Aquile.
SENTIERO BOTANICO
Tempo di percorrenza: 1 ora 15 minuti
Difficoltà: facile
Dislivello: 150 mUna piacevolissima passeggiata accompagnati dalla ricca flora autoctona della Paganella, tra la più ricca del Trentino. Possiamo ammirare i fiori più belli delle Alpi, il croco, la peonia, il trollio, l’arnica, la genzianella, i rododendri, la soldanella, le nigritelle e molti altri per finire con la lanosa stella alpina.
Rientro per Fai della Paganella: Seguendo il Sentiero Botanico in breve si raggiunge il sentiero n. 602 che in discesa porta prima al rifugio Dosso Larici e successivamente, passando per la Malga di Fai, al nuovo rifugio Meriz per poi proseguire per Santel dove in precedenza abbiamo lasciato le auto.

FERRATA DELLE AQUILE CIMA PAGANELLA
Un sorprendente mondo vertiginoso, si snoda sopra un vuoto emozionante con panorami che svuotano e riempiono il cuore, il posto perfetto per trovare il proprio equilibro, la “ferrata delle aquile” sarà come attraversare il cielo camminando sulle nuvole
La Via ferrata, dedicata a Carlo Alberto Banal, vi farà provare l’emozione di essere sospesi tra la Valle dell’Adige e la Valle dei Laghi, godendo di un panorama unico e mozzafiato. L’accesso avviene seguendo il Sentiero delle Aquile o il Sentiero 602, fino a raggiungere l’attacco della ferrata dove troviamo il monumentale pannello informativo.
Tempo di percorrenza: 2 ore
Difficoltà: percorso difficile per alpinisti/escursionisti esperti
Assolutamente da percorrere in un solo senso: dal Canalone Battisti al Trono dell’Aquila
Dislivello totale salita/discesa: 280 m
Lunghezza cavo: 1037 m
Indispensabile: “Set da ferrata” (Imbrago, Kit con dissipatore, 2 moschettoni + casco)
N/B. Sono riuscito ad avere dei posti in più per la mezza pensione in Rifugio, chi è interessato data l’opportunità dei due fantastici percorsi, è pregato di farmi sapere entro e non oltre il 20giugno con caparra di €30,00 da versare in sede.