CORSO DI ESCURSIONISMO IN AMBIENTE INNEVATO (CIASPE) EAI1 – C.A.I. Sezione di Udine

Direttore:Piero Pasquili – 340.7672872 – piero.pasquili@gmail.comVice Direttore:Nicola Michelini – 349.2315518 – nicola.michelini@alice.it Iscrizioni:dal 16 dicembre 2019 al 8 gennaio 2020 fino a esaurimento posti riservate solo ai Soci regolarmente iscritti al C.A.I.

Richiesta iscrizione: Modulo di iscrizione (si può compilare con Acrobat Reader o software compatibile)

Quota iscrizione:160€ compreso utilizzo ARTVA-sonda-pala della Scuola (escluso vitto/alloggio uscita 2 giorni). Per pagamenti superiori a 77,47€, effettuati presso la Segreteria, l’importo va maggiorato di 2€ per marca da bollo su ricevuta

Materiali:normale dotazione escursionistica invernale, bastoncini e ciaspole. Ulteriori indicazioni saranno fornite durante la prima lezione teorica

Note:è previsto il pernotto in rifugio per l’uscita in ambiente di 2 giorni (7 e 8 marzo 2020). Le lezioni teoriche si terranno alle ore 20.30 presso la sede sociale (via Brigata Re 29, Udine), salvo dove indicato con *. Le lezioni pratiche si terranno in ambiente: il programma potrà subire variazioni in base alle condizioni nivo-meteo

Programma

15.01.2020lezione teoricaPresentazione del corso. Organizzazione e strutture del CAI. Equipaggiamento e materiali EAI.22.01.2020lezione teoricaCartografia e orientamento EAI.

25.01.2020*lezione teoricaARTVA: funzionamento, tecniche di ricerca, controlli pre-escursione.

26.01.2020uscita in ambienteEquipaggiamento e materiali. Progressione su neve.

29.01.2020lezione teoricaARTVA, sonda e pala.

05.02.2020lezione teoricaMeteorologia EAI.

09.02.2020uscita in ambienteCartografia e orientamento EAI.

12.02.2020lezione teoricaElementi di nivologia e valanghe.

16.02.2020uscita in ambienteNivologia e stratigrafia.

19.02.2020lezione teoricaAutosoccorso in valanga. Soccorso alpino.

23.02.2020uscita in ambienteValutazione del percorso. Gestione del rischio. Autosoccorso. Soccorso organizzato in valanga con unità cinofila.

26.02.2020lezione teoricaOrganizzazione di un’escursione in ambiente innevato.

01.03.2020uscita in ambienteEventuale uscita di recupero.

04.03.2020lezione teoricaElementi di primo soccorso. Alimentazione e preparazione fisica.

07.03.2020uscita in ambienteOrganizzazione di un’escursione in ambiente innevato. Verifica di quanto sviluppato.

08.03.2020 uscita in ambiente Escursione finale in ambiente innevato.

11.03.2020 lezione teorica Ambiente montano innevato. Flora e fauna.


Per maggiori info far riferimento alla pagina ufficiale del corso: CLICCA QUI


SOCIETA’ ALPINA FRIULANA
Sezione di Udine del Club Alpino Italiano

Via Brigata Re, 29 -33100 Udine “ex caserma Osoppo” – Mappa

Tel: 0432 504290
email: info@alpinafriulana.it – 

ORARI APERTURA:

Lunedì: chiuso
Martedì: chiuso
Mercoledì: dalle 17.30 alle 19.00
Giovedì: dalle 17.30 alle 19.00 – dalle 21.00 alle 22.30
Venerdì: dalle 17.30 alle 19.00
Sabato: chiuso
Domenica: chiuso

C.A.I. Sezione di Udine – Corsi 2020 – SCUOLA DI ESCURSIONISMO

La Scuola di Escursionismo, la prima in regione, nasce nel 2012. Organo tecnico della Commissione Escursionismo, organizza corsi per avvicinarsi alla montagna in sicurezza sia su sentieri e vie ferrate che in ambiente innevato. Propone inoltre continui aggiornamenti di carattere tecnico e culturale rivolti sia ai propri componenti che ad altri soci operativi nell’ambito escursionistico.

Attività proposte

Qui puoi trovare alcune foto delle attività della Scuola.

I nostri corsi sono rivolti ai Soci del CAI che desiderano acquisire conoscenze finalizzate alla pratica dell’attività escursionistica. La Scuola di Escursionismo della SAF ha lo scopo di formare i partecipanti ad una consapevole ed autonoma frequentazione della montagna, con la necessaria padronanza e sicurezza, sia su sentieri e vie ferrate che in ambiente innevato.


18º Corso di Escursionismo in ambiente innevato (EAI1) 2020

Per chi si avvicina alla montagna innevata frequentandola con l’ausilio delle racchette da neve: lezioni teoriche e uscite pratiche in montagna con le ciaspole, su itinerari che saranno scelti di volta in volta in funzione delle condizioni nivo-meteo.
Le uscite pratiche in ambiente prevedono un crescente livello di difficoltà sia per dislivello che per lunghezza dell’itinerario e tempi di escursione.

Iscrizioni: dal 16 dicembre 2019 al 8 gennaio 2020 fino a esaurimento posti riservate solo ai Soci regolarmente iscritti al C.A.I.

Programma


15º Corso Base di Escursionismo (E1) 2020

Rivolto a coloro che si avvicinano per la prima volta alla pratica dell’escursionismo o che hanno poca esperienza di montagna e vogliono imparare a conoscere questo mondo affascinante in tutti i suoi aspetti.
Le uscite pratiche in ambiente prevedono un crescente livello di difficoltà sia per dislivello che per lunghezza dell’itinerario e tempi di escursione.

Iscrizioni:dal 23.03.2020 al 15.04.2020 fino ad esaurimento posti, riservate solo ai Soci regolarmente iscritti al C.A.I.

Programma


20º Corso Avanzato di Escursionismo (E2) 2020

Per chi già frequenta autonomamente la montagna o abbia frequentato un corso di escursionismo Base (E1) o in Ambiente Innevato (EAI1) e vuole apprendere le tecniche per affrontare sentieri attrezzati e vie ferrate in sicurezza.
Le uscite pratiche in ambiente prevedono un crescente livello di difficoltà sia per dislivello che per lunghezza dell’itinerario e tempi di escursione. Per le vie ferrate aumenteranno gradualmente anche le difficoltà tecniche.

Iscrizioni:dal 23.03.2020 al 15.04.2020 fino ad esaurimento posti, riservate solo ai Soci regolarmente iscritti al C.A.I.

Programma


Regolamento dei corsi

  1. L’iscrizione al Corso è riservata ai Soci del Club Alpino Italiano, di età non inferiore ai 16 anni. Per i minori è richiesta, all’atto della presentazione della domanda, l’autorizzazione di entrambi i genitori ed è inoltre necessaria l’iscrizione al corso da parte di un parente maggiorenne.
  2. Tutti i partecipanti iscritti ai corsi saranno assicurati con la polizza infortuni prevista per i soci C.A.I.; si consiglia di scegliere, al momento dell’iscrizione al C.A.I., la combinazione che offre i massimali più elevati (per maggiori informazioni sulle polizze consultare il sito http://www.cai.it).
  3. L’escursionismo alpino è per sua stessa natura un’attività la cui pratica comporta rischi potenziali non eliminabili. L’iscrizione ai corsi implica la consapevolezza di ciò e l’accettazione dei rischi connessi alla pratica dell’attività svolta nelle lezioni ed esercitazioni.
  4. L’ammissione al corso è subordinata alla presentazione di un certificato medico valido per tutta la durata del corso e comprovante l’idoneità fisica del richiedente allo svolgimento di attività escursionistica. Per l’impegno fisico richiesto dalle attività escursionistiche si consiglia inoltre di seguire un adeguato ciclo di preparazione fisica.
  5. Le domande d’iscrizione vanno compilate sull’apposto modulo disponibile presso la segreteria o sul sito internet http://www.alpinafriulana.it ed il richiedente dovrà:
    • esibire la tessera C.A.I. in regola con il bollino dell’anno in corso;
    • allegare una foto tessera;
    • versare la quota d’iscrizione;
    • presentare un certificato medico di idoneità alla pratica di attività sportiva non agonistica.
  6. La quota di iscrizione comprende l’istruzione teorico-pratica, il materiale didattico e l’uso del materiale della S.A.F..
  7. In caso di non ammissione al corso per inidoneità o di ritiro prima della prima lezione verrà restituita l’intera quota di iscrizione, detratte le eventuali spese già sostenute. La quota già versata per l’associazione al C.A.I. non è in alcun caso rimborsabile.
  8. Ai partecipanti ai corsi si chiede puntualità e frequenza alle lezioni ed esercitazioni previste dai programmi. L’assenza anche ad una sola delle esercitazioni pratiche può comportare l’esclusione dai corsi.
  9. I corsi necessitano di equipaggiamento e attrezzatura adeguati. In particolare si richiedono scarponi adatti alla pratica escursionistica. Tutte le indicazioni relative ai materiali e l’equipaggiamento saranno date durante la prima lezione teorica di ogni corso, pertanto si consiglia di attendere sino a tale data prima di fare acquisti.
  10. Durante le esercitazioni pratiche gli allievi dovranno attenersi scrupolosamente alle disposizioni impartite dagli Accompagnatori.
  11. La Direzione, a suo insindacabile giudizio, si riserva la facoltà di escludere dai corsi, durante lo svolgimento degli stessi, gli allievi che non si attenessero al presente regolamento o che risultassero non idonei a proseguire il corso.
  12. Nessun rimborso verrà effettuato agli allievi che per qualsiasi motivo interrompessero il Corso o ne venissero espulsi per motivi disciplinari.
  13. La Direzione si riserva di variare i programmi dei corsi per motivi organizzativi o di condizioni ambientali o meteorologiche, dandone in ogni caso tempestiva comunicazione ai partecipanti.
  14. Le uscite delle lezioni pratiche saranno effettuate con mezzi propri.
  15. Alla fine del Corso, a coloro che lo avranno superato, sarà rilasciato un attestato di partecipazione.
  16. Per quanto qui non contemplato, valgono il Regolamento Nazionale della Commissione Centrale per l’Escursionismo del Club Alpino Italiano e lo Statuto della Società Alpina Friulana.
  17. Per la partecipazione al corso è richiesta l’accettazione del presente regolamento.

ORGANICO:
COLABOVE Maria Luisa (ANE) – Direttore
GINI Marco (ANE) – Vice Direttore
MORASSI Marco (AE)  – Segretario
BREDA Dimitri (AE-EAI-EEA-IS)
CIGNACCO Paolo (ANE-IA)
DEGANO Simonetta (ASE)
DI GIUSTO Giorgio (ASE)
FURLANI Ermes (ASE-ONC)
MAIDA Riccardo (ASE)
MASOTTI Manuel (AE)
MIANI Massimilano (AE)
MICHELINI Nicola (ANE-INV)
MONAI Denis (ASE)
MONGIAT Bruno (AE-ONCN)
MONTICOLO Marino (ISA)
PASQUILI Piero (AE-EAI)
RIZZO Mauro (AC)
SABBADINI Enrico (ASE)
SCARSINI Tiziano (ASE)
SPELAT Giancarlo (AE)
TROI Enzo (AE-EEA)


CORPO DOCENTI:
CAMPIUTTI Elio
DE MARCHI Livio (ONC)
GERVASIO RADIVO Gabriele
MORO Daniele (AINEVA)
NONINO Antonio (ONC)
PETTOELLO Serena

AC Accompagnatore di Cicloescursionismo
AE Accompagnatore di Escursionismo
AINEVA Associazione Interregionale NEve e VAlanghe
ANE Accompagnatore Nazionale di Escursionismo
ASE Accompagnatore Sezionale di Escursionismo
EAI Specializzazione AE Ambiente Innevato
EEA Specializzazione AE Vie Ferrate
IA Istruttore di Alpinismo
ISA Istruttore di Scialpinismo
INV Istruttore Neve e Valanghe
IS Istruttore Sezionale di Alpinismo
ONC Operatore Naturalistico e Culturale
ONCN Operatore Naturalistico e Culturale Nazionale


Per maggiori informazioni fare riferimento alla pagina ufficiale della scuola : CLICCA QUI

Domenica 06 ottobre – Corso di conduzione dei cani in montagna

Domenica 06 ottobre – Corso di conduzione dei cani in montagna col CAI di Gemona

CAI Gemona del Friuli

Domenica 08 luglio 2018 – Anello dei Clap (Dolomiti Pesarine)

C.A.I. Sezione di Ravascletto

Domenica 08 luglio 2018 – Anello dei Clap (Dolomiti Pesarine)

Per partecipare all’escursione è necessario comunicare il proprio nominativo via e-mail alla Sezione CAI organizzatrice oppure ai Coordinatori dell’escursione:
– per i soci CAI almeno due giorni prima
– per i non soci CAI almeno cinque giorni prima, con le generalità ed il versamento di euro 10,00 per l’attivazione dell’assicurazione.

RITROVO 1: Sutrio, piazza Municipio partenza Ore 06.00
RITROVO 2: Sappada, ponte fiume Piave partenza Ore 07.00
Mezzo di trasporto: Mezzi propri
Difficoltà: EE
QUOTA PARTENZA: 1196 m
QUOTA MASSIMA: 1963 m
DISLIVELLI E TEMPI INDICATIVI
▲ 1000 m / Ore 3.30
▼ 1000 m / Ore 2.30
ABBIGLIAMENTO: Da media montagna
Attrezzatura: Da escursionismo (consigliato il kit da ferrata per il sentiero Corbellini)
Riferimento cartografico: Tabacco – Foglio 01
Coordinatori: Ermes Straulino – cell. 338 8736234, Bepi Selenati – cell. 348 6102376, e-mail: cairavascletto@tiscali.it

Descrizione sommaria del percorso:

Si tratta di una bellissima escursione attorno all’intero gruppo dolomitico dei Clap, che attraversa diversi ambienti montani di rara bellezza passando per il panoramico Rifugio De Gasperi e per i Passi Siera ed Elbel. L’anello parte da Sappada presso il ponte sul fiume Piave e sale al Passo Siera lungo
la mulattiera CAI 316. Nei pressi di casera Siera si imbocca il sentiero CAI 316 “Corbellini” col quale si superano impervi canaloni con tratti attrezzati e recentemente ripristinati, fino a raggiungere il Rifugio De Gasperi. Da qui si scende fino alla diroccata Casera Clap Piccolo per poi risalire e raggiungere
l’elegante Campanile Elbel e il panoramico passo omonimo (1963 m) punto di maggior elevazione dell’anello. Per il rientro, dal passo inizia la lunga discesa nella selvaggia Valle di Enghe raggiungendo così la Baita dei Pescatori posta vicino al punto di partenza

 

Domenica 8 Aprile 2018 – Traversata da Muggia a S. Dorligo della Valle

 S.A.F. SOCIETÀ ALPINA FRIULANA 

Domenica 8 Aprile 2018 – Traversata da Muggia a S. Dorligo della Valle

ISCRIZIONI: Entro giovedì 05 Aprile 2018 presso la Società Alpina Friulana
PRESENTAZIONE GITA: Giovedì 05 Aprile 2018 ore 21.00
Richiesta presenza obbligatoria per i “nuovi” iscritti
DIFFICOLTA’: E
DISLIVELLO: Salita m 200 ca – Discesa m 250 ca
DURATA ESCURSIONE: ore 6.00 ca (più soste)
TRASPORTO: Pullman
PARTENZA: ore 07.30 da Udine – NUOVO TERMINAL BUS in Via della Faula angolo Via Cadore Pacheggio vicino rotonde accanto
bike-sharing
RIENTRO: Domenica ore 18 circa
QUOTA di PARTECIPAZIONE: SOCI: Euro 20,00
I NON SOCI devono attivare l’assicurazione obbligatoria (8,50 € oppure 14 € a scelta dei massimali)
DIRETTORI DI ESCURSIONE: Francesca Marsilio e Renzo Paganello della Commissione Escursionismo Tel. +39 366 1858439

Descrizione sommaria del percorso: La bella cittadina di Muggia è sorta ai piedi di due antichi castellieri: Muggia Vecchia sul monte San Michele ed Elleri sul monte Castellier. La nostra gita inizia nei pressi del porto, dove scenderemo dal pullman per una breve visita al centro storico, che è di marcata impronta veneziana e conserva ancora ampi tratti della cinta muraria medievale. Risaliti sul pullman, raggiungeremo il borgo di Santa Barbara (m 180), dove inizierà la nostra vera escursione con la visita al Castelliere di Elleri (m 244) e la sua necropoli. Gli scavi archeologici hanno permesso di 
dimostrare che l’insediamento ebbe una durata eccezionale, dal XVI secolo a. C. (età del bronzo medio), e forse in una fase ancora più antica dell’età del bronzo, fino al IV-V secolo d.C. (età tardo-romana). Scenderemo al di là del confine con la Slovenia lungo il sentiero delle guardie confinarie dell’ex-Juogoslavia (portare un documento di riconoscimento) fino ad una cava di arenaria e poi alla pista ciclabile, che corre sul tracciato dell’ex-ferrovia a scartamento ridotto chiamata “La Parenzana”. Rientrati in Italia a Rabuiese, passeremo sotto l’autostrada e raggiungeremo la brutta zona industriale della Valle delle Noghere (m 3), superata la quale visiteremo gli omonimi Laghetti (biotopo naturale regionale, piuttosto trasandato). Ci troviamo in un’area costituita da terreni marnoso-arenacei e caratterizzata da alcuni stagni formatisi in seguito all’estrazione di argilla. Oltrepassati i Laghetti delle Noghere, attraversato il Rio Ospo, saliremo a Caresana fino alla sella che dà sulla valle del torrente Rosandra (m 136). Da qui l’itinerario Paola Rizzi ci porterà attraverso il bosco, sfiorando inattesi profondi burroni, fino al ridente borgo di Dolina/San Dorligo della Valle (m 106), dove ci attenderà il pullman.

EQUIPAGGIAMENTO: Abbigliamento normale da media montagna, (Scarponi, bastoncini), con pantaloni lunghi e giacca a vento al seguito, pranzo al sacco, un ricambio completo potremo lasciarlo in pullman.

NOTE: Escursione non difficile, priva di difficoltà tecniche, di livello escursionistico. Si richiede comunque una buona preparazione fisica per la lunghezza del percorso di circa 12 km. La zona dei Laghetti delle Noghere è interessata da terreno molto fangoso ed acquitrinoso. E’ richiesto a tutti i partecipanti di dotarsi e attenersi al programma cartaceo, della carta topografica e di mantenersi sempre in gruppo, seguendo le disposizioni dei capogita, rispettando in particolare i tempi di marcia. I capogita, qualora le condizioni del meteo non fossero ottimali ai fini della sicurezza, si riservano la possibilità di modificare il programma previsto. Nel caso non si sia stampato il programma, si consiglia di salvarlo in PDF sul proprio smartphone.

CARTOGRAFIA: Carta topografica TABACCO Foglio 047 – Carso Triestino e Isontino 1:25.000
SOCCORSO: Tel.112 Italia e Slovenia (chiamata di emergenza). Per la Slovenia portare la tessera sanitaria!

Società Alpina Friulana
Via Brigata Re, 29 – Udine
Segreteria – tel. +39 0432 504290
Orario: mer-giov-ven17.30-19.00,
giovedì anche dalle 21 alle 22.30
posta:escursionismo@alpinafriulana.it
sito internet:www.alpinafriulana.it