Domenica 19 agosto 2018 – Monte Cavallo di Pontebba 2239 m

Domenica 19 agosto 2018 – Monte Cavallo di Pontebba 2239 m

C.A.I. Sezione di Ravascletto

RITROVO 1: Sutrio, piazza Municipio partenza Ore 06.00

RITROVO 2: Cason di Lanza partenza Ore 07.00

Mezzo di trasporto: Mezzi propri

Difficoltà: EE

QUOTA PARTENZA: 1552 m

QUOTA MASSIMA: 2239 m

DISLIVELLI E TEMPI INDICATIVI:

▲ 690 m / Ore 3.30

▼ 690 m / Ore 3.00

ABBIGLIAMENTO: Da media montagna

Attrezzatura: Da escursionismo

Riferimento cartografico: Tabacco – Foglio 018

CoordinatorI: Ermes Straulino – cell. 338 8736234 e Davide Nodale, email: cairavascletto@tiscali.it

Descrizione sommaria del percorso:

Dal Passo Cason di Lanza, dove si parcheggia, si prende il sentiero CAI 458 fino a raggiungere la Sella di Val Dolce. Ora su sentiero CAI 403 si attraversa tutto il versante meridionale della Creta di Aip fino all’omonima Sella (confine con l’Austria) poco sopra il bivacco Lomasti. Rimanendo in territorio austriaco si prende il sentiero CAI 414 che sale su pietroni e sfasciumi, verso l’alta conca tra la Cresta di Pricotic ed il Monte Cavallo. Lasciando a destra la selletta fra le due cime si arriva all’inizio del largo cupolone erboso sommitale lungo il quale si giunge in breve alla vetta. Per il rientro si segue a ritroso il percorso di salita.

Per partecipare all’escursione è necessario comunicare il proprio nominativo via e-mail alla Sezione CAI organizzatrice oppure ai Coordinatori dell’escursione:
– per i soci CAI almeno due giorni prima
– per i non soci CAI almeno cinque giorni prima, con le generalità ed il versamento di euro 10,00 per l’attivazione dell’assicurazione.

 

Domenica 12 agosto -Anello del Monte Coglians (Alpi Carniche)

Domenica 12 agosto -Anello del Monte Coglians (Alpi Carniche)

C.A.I. Sezione di Forni Avoltri

Domenica 12 agosto è in programma ….l’ Escursione ASCA: Anello del Monte Coglians.
Ritrovi a Sutrio (p.zza Municipio, ore 6.00) e Passo Monte Croce Carnico (ore 6.30).
Difficoltà:consigliata a camminatori allenati, dislivello 1400 mm. durata complessiva 7 ore (4h salita, 3h discesa) .

—–> Si tratta di un percorso che permette di aggirare tutto il gruppo del Cogliàns-Chianevate. Dal Passo Monte Croce Carnico si scende in territorio austriaco fino alla Untere Valentin Alm. Da qui si prende il sentiero CAI 403 fino a raggiungere la sella Valentin Torl (2138 m), dalla quale si scende al lago Volaia e, passando per il rifugio Lambertenghi-Romanin, si imbocca il sentiero CAI 143 (Sentiero Spinotti) col quale si attraversa la base della parete sud del M. Cogliàns e si arriva al rifugio Marinelli. Ora si scende per il sentiero CAI 146 attraversando “la Scaletta” fino a raggiungere il Passo di Monte Croce Carnico da dove, con alcuni mezzi lasciati per tempo, si ritorna al punto di partenza.

Riferimento cartografico: Tabacco – Foglio 01

CoordinatorI: Bepi Selenati – cell. 348 6102376; Ermes Straulino – cell. 338 8736234 e-mail: cairavascletto@tiscali.it

#FVGlive #escursioni #anellodelmonteCoglians #Paluzza#ufficioturisticopaluzza

Domenica 08 luglio 2018 – Anello dei Clap (Dolomiti Pesarine)

C.A.I. Sezione di Ravascletto

Domenica 08 luglio 2018 – Anello dei Clap (Dolomiti Pesarine)

Per partecipare all’escursione è necessario comunicare il proprio nominativo via e-mail alla Sezione CAI organizzatrice oppure ai Coordinatori dell’escursione:
– per i soci CAI almeno due giorni prima
– per i non soci CAI almeno cinque giorni prima, con le generalità ed il versamento di euro 10,00 per l’attivazione dell’assicurazione.

RITROVO 1: Sutrio, piazza Municipio partenza Ore 06.00
RITROVO 2: Sappada, ponte fiume Piave partenza Ore 07.00
Mezzo di trasporto: Mezzi propri
Difficoltà: EE
QUOTA PARTENZA: 1196 m
QUOTA MASSIMA: 1963 m
DISLIVELLI E TEMPI INDICATIVI
▲ 1000 m / Ore 3.30
▼ 1000 m / Ore 2.30
ABBIGLIAMENTO: Da media montagna
Attrezzatura: Da escursionismo (consigliato il kit da ferrata per il sentiero Corbellini)
Riferimento cartografico: Tabacco – Foglio 01
Coordinatori: Ermes Straulino – cell. 338 8736234, Bepi Selenati – cell. 348 6102376, e-mail: cairavascletto@tiscali.it

Descrizione sommaria del percorso:

Si tratta di una bellissima escursione attorno all’intero gruppo dolomitico dei Clap, che attraversa diversi ambienti montani di rara bellezza passando per il panoramico Rifugio De Gasperi e per i Passi Siera ed Elbel. L’anello parte da Sappada presso il ponte sul fiume Piave e sale al Passo Siera lungo
la mulattiera CAI 316. Nei pressi di casera Siera si imbocca il sentiero CAI 316 “Corbellini” col quale si superano impervi canaloni con tratti attrezzati e recentemente ripristinati, fino a raggiungere il Rifugio De Gasperi. Da qui si scende fino alla diroccata Casera Clap Piccolo per poi risalire e raggiungere
l’elegante Campanile Elbel e il panoramico passo omonimo (1963 m) punto di maggior elevazione dell’anello. Per il rientro, dal passo inizia la lunga discesa nella selvaggia Valle di Enghe raggiungendo così la Baita dei Pescatori posta vicino al punto di partenza

 

Sabato 07 luglio 2018 – Anello Alta Val Alba – MONTE Chiavals 2098 m

C.A.I. Sezione di Forni di Sopra

Sabato 07 luglio 2018 – Anello Alta Val Alba – MONTE Chiavals 2098 m

Per partecipare all’escursione è necessario comunicare il proprio nominativo via e-mail alla Sezione CAI organizzatrice oppure ai Coordinatori dell’escursione:
– per i soci CAI almeno due giorni prima
– per i non soci CAI almeno cinque giorni prima, con le generalità ed il versamento di euro 10,00 per l’attivazione dell’assicurazione.

RITROVO: Moggio Udinese, piazzale Nais partenza Ore 07.00
Mezzo di trasporto: Mezzi propri
Difficoltà: EE
LUNGHEZZA: 16 Km circa
QUOTA PARTENZA: 1055 m
QUOTA MASSIMA: 2098 m
DISLIVELLI E TEMPI INDICATIVI
▲ 1500 m circa / Ore 3.30
▼ 1500 m circa / Ore 3.30
ABBIGLIAMENTO: Da media montagna
Attrezzatura: Da escursionismo (bastoncini, scarponi, acqua almeno 2 litri)
Riferimento cartografico: Tabacco – Foglio 018
Coordinatori: Michele Bassa – cell. 333 2060046, Gianfranco Druidi – cell. 340 8401789, e-mail: moggioudinese@cai.it

Descrizione sommaria del percorso:

Si procede verso la val Alba dove verranno parcheggiate le auto a 20 minuti dal rifugio Vualt. Ora a piedi si imbocca il sentiero CAI 450 e poi il CAI 428 che condurrà attraverso una splendida faggeta al bivacco Bianchi (1712 m); da qui si punta alla cima del Monte Chiavals (2098 m) dalla quale si gode di splendida visuale. Si prosegue verso nord sull’alta via CAI Moggio con spettacolare panorama fino alla crete dei Rusei, da qui si scende verso forcella
Forchiadice (1600 m) e in pochi minuti si raggiunge il Chiasut dal Sior. Da qui sul ripido sentiero Palis d’Arint si scende a forcella Vualt traversando la cresta del Monte Vualt; dalla forcella in 30 minuti si raggiunge il parcheggio iniziale chiudendo così l’anello di circa 16 Km. 

Nota: Questa escursione è dedicata in modo particolare ai giovani.

 

Domenica 29 aprile 2018 – Traversata da Castelmonte a Rucchin – Valli del Natisone.

C.A.I. Sezione di Gemona del Friuli

Domenica 29 aprile 2018 – Traversata da Castelmonte a Rucchin – Valli del Natisone.

 

Difficoltà: escursionistica

Dislivelli:  salita circa 700 m   – discesa circa 700 m

Tempi:  6 ore 30’    (soste escluse)

Cartografia: Tabacco n. 41 – Valli del Natisone – Scala 1:25.000

Info: Tel.: 342 957 6882 email escursionismo@caigemona.it

Trasporto: automezzi propri

Ritrovo: Piazzale Comelli (Stazione FS) – Gemona

Orari: partenza ore 6.45 – rientro circa ore 16.30

Quota: Assicurazione per non soci: € 8,57 – Contributo carburante

Iscrizioni: entro giovedì 26 aprile 2018 presso sedi CAI e recapiti sezionali o via email

Presentazione gita: giovedì 26 aprile 2018 ore 20.30 presso sede CAI Gemona

Equipaggiamento: Abbigliamento da escursionismo adatto alla stagione, acqua, pranzo al sacco

Breve descrizione:

Le valli del Natisone con i loro borghi disseminati quà e là sono sicuramente uno dei luoghi più remoti della nostra regione.

L’escursione proposta, vista la lunghezza verrà effettuata da due gruppi diversi che percorreranno l’itinerario dalle due direzioni opposte.

L’itinerario percorre le piccole alture tra il santuario di Castelmonte e il piccolo abitato di Rucchin. Attraversando folti boschi di castagno intervallati da ampie radure che offrono una magnifica visuale sulle Prealpi Giulie e sulle montagne Slovene.

Il percorso parte da Castelmonte, e dopo aver oltrepassato il Santuario inizia a scendere lungo il comodo sentiero 747. Seguendo il segnavia si rimonta sulla strada asfaltata a quota 586m, si segue poi il segnavia sull’altro lato della strada e si raggiunge in breve la chiesa di San Nicolò. Proseguendo verso est e mantenendosi sempre pochi metri sopra la strada si giunge alla chiesa di san Giovanni.

Da lì attraverso diversi saliscendi si raggiunge l’abitato di Tribil, e da li, dopo aver risalito il monte Cum si scende all’ abitato di Rucchin.

www.caigemona.it